Climatizzazione

Come funziona un impianto di climatizzazione?

Quando parliamo di regolazione della temperatura negli ambienti dobbiamo distinguere gli impianti di climatizzazione da quelli di condizionamento.

L’impianto di condizionamento permette di regolare la temperatura interna dell’ambiente dove è installato, sia esso un’abitazione privata o un complesso industriale.

L’impianto di climatizzazione permette non solo di regolare la temperatura, ma anche di mantenere il giusto livello di umidità, permettendo il riciclo dell’aria, filtrazione e purificazione, migliorando notevolmente la vivibilità dell’ambiente in cui soggiorniamo.

Qualora il climatizzatore possa produrre anche aria calda viene denominato pompa di calore.

Come funziona l'impianto

Un impianto di climatizzazione è un circuito chiuso in cui gira del liquido speciale, e si costituisce di varie parti, in sequenza:

  1. Un compressore
  2. Un condensatore o unità esterna
  3. Una valvola di espansione
  4. Un vaporizzatore o unità interna o split

Il compressore pompa ad alta pressione il gas contenuto nell'impianto, spingendolo verso l'unità esterna. L'aumento di pressione induce il passaggio del gas a stato liquido con liberazione di calore (la condensazione è un processo esotermico). Il calore prodotto viene disperso all'esterno nell'ambiente grazie ad una corrente d'aria generata da una ventola, che attraversa il condensatore.

Successivamente, il nostro liquido raggiunge l'unità interna (vaporizzatore), dove perde pressione e temperatura; a questo livello il liquido si ritrasforma in stato gassoso assorbendo calore dall'esterno (processo endotermico).

Sia a livello dell'unità esterna che di quella interna, vi sono correnti di aria, che viene raffreddata o riscaldata a seconda che parliamo rispettivamente dello split o dell'unità esterna.

L'impianto di condizionamento che produce anche calore (ossia la pompa di calore), funziona esattamente allo stesso modo, ma i processi sono invertiti.

Riassumendo, possiamo tranquillamente dire che un impianto di climatizzazione non è altro che un sistema che trasferisce calore (o energia termica) da un ambiente all'altro, essendo essi separati. Il gas/fluido agisce da vettore di questa energia.

Classificazione

Gli impianti di climatizzazione possono essere dotati di tecnologia inverter oppure “on-off”.

  • La tecnologia inverter permette di regolare continuamente, ed in maniera automatica, la potenza di funzionamento del climatizzatore. E' una tecnologia più recente che si caratterizza per un minor consumo energetico e migliori prestazioni (utilizza solo la quantità di energia che serve per mantenere la corretta temperatura).
  • La tecnologia “on-off” invece, funziona accendendo e spegnendo al bisogno l’impianto in base alla temperatura all’interno del locale.

Gli impianti possono essere classificati anche in base al rapporto tra split ed unità esterne:

  • nel sistema mono-split ogni apparecchio interno è collegato ad un'unica unità esterna. In questo caso si possono realizzare più impianti mono-split anche nella stessa abitazione avendo il vantaggio di installare motori di potenza ridotta, attivabili indipendentemente in base alle proprie esigenze.
  • nel sistema multi-split due o più apparecchi interni sono collegati alla medesima unità esterna. In questo modo il vantaggio è quello di avere meno ingombro esterno.
WordPress Video Lightbox